Contributo volontario – Circ. 81

Dic 16, 2014 by

Contributo per l’ampliamento dell’offerta formativa anno scolastico 2014/2015.

 

Riteniamo corretto che gli studenti e le famiglie sappiano che lo Stato per l’anno 2014 trasferisce agli Istituti di scuola superiore solo i soli fondi per erogare un livello essenziale di servizi. Il nostro istituto con i € 19.232,00 trasferiti dallo Stato dovrebbe sostenere le spese per l’acquisto dei materiali di pulizia, delle forniture necessarie per i servizi igienici, per il materiale di consumo delle fotocopiatrici e delle stampanti, per la manutenzione delle fotocopiatrici, per la manutenzione dei laboratori informatici e della struttura wireless, per la gestione del servizio di registro elettronico e del sito internet e servizi similari.

Anche i fondi necessari per pagare le ore di lavoro aggiuntive del personale scolastico (docenti e non docenti) sono stati ridotti del 40% rispetto all’anno precedente.

 

Data questa ridotta disponibilità di risorse, in assenza di una contribuzione delle famiglie, non è possibile che l’istituto effettui un’offerta formativa più ampia organizzando stage di lavoro, visite didattiche e viaggi d’istruzione, corsi ECDL, corsi per la certificazione delle competenze linguistiche, viaggi di studio all’estero, ecc. provvedendo nello stesso tempo ad un costante aggiornamento dell’infrastruttura informatica.

Per garantire l’ampliamento dell’offerta formativa si chiede alle famiglie che non abbiano ancora provveduto, di versare un contributo forfettario così determinato:

Allievi delle classi 1^ Euro 110,00

Allievi delle classi 2^ Euro 130,00

Allievi delle classi 3^ Euro 150,00

Allievi delle classi 4^ e 5^ Euro 170,00

Consapevoli che vi sono alcune famiglie in gravi difficoltà economiche, sono state disposte riduzioni in base alle fasce di reddito stabilite con riferimento all’ISEE.

Il versamento del contributo forfettario non è obbligatorio, tuttavia si chiede comunque a tutte le famiglie di versare un contributo di € 40,00 necessario a coprire le spese assicurative per gli infortuni che possono verificarsi durante le attività scolastiche e le spese per le assicurazioni di responsabilità civile per i danni involontari che lo studente può provocare durante le attività scolastiche all’interno dell’Istituto, gli stage, le visite d’istruzione, le uscite scolastiche, ecc. nonché le spese per il diario scolastico e le comunicazioni scuola famiglia.

 

In applicazione di quanto deliberato dal Consiglio d’Istituto, per una ragione di equità e di correttezza, coloro che non versano il contributo annuale forfettario, o versano solo i 40 euro di minimo, per accedere ai singoli progetti e alle attività che costituiscono l’ampliamento di tale offerta, dovranno inoltre versare contributi specifici che sono previsti in misura differenziata:

Accesso alle attività di stage in corso d’anno o agli stage di post-diploma:

€ 90,00

Accesso ai corsi di lingua e delle attività di certificazione:

€ 50,00

Accesso ai corsi per il conseguimento della patente europea del computer (ECDL) e agli esami:

€ 50,00

Accesso alle settimane di studio all’estero:

€ 50,00

Accesso alle visite d’istruzione di più giorni:

€ 50,00

Accesso alle visite didattiche di un giorno:

€ 40,00

Accesso a progetti didattici ed educativi non obbligatori, finanziati con risorse dell’istituzione scolastica

€. 50,00

Tali somme coprono le spese per l’ organizzazione e gestione delle attività aggiuntive ad esse devono sommarsi i costi diretti il cui pagamento è comunque da tutti dovuto.

 

Si fa presente che il pagamento del contributo forfettario per l’ampliamento dell’offerta formativa dà certezza rispetto ai fondi a disposizione della scuola per l’organizzazione delle attività e ne permette una corretta programmazione. Inoltre consente di svolgere un’azione di solidarietà nei confronti di quelle famiglie che versano in condizioni gravi di difficoltà economiche e che non sono materialmente in grado di far fronte a tale spesa. Sotto questo aspetto l’Istituto si impegna a verificare la presentazione delle dichiarazioni ISEE per ottenere la riduzione del contributo forfettario, anche con segnalazione alle autorità competenti nel caso di dichiarazione di dubbia veridicità.

 

Certi che comprenderete le ragioni delle scelte che l’Istituto ha dovuto fare, ci rivolgiamo a coloro che non hanno ancora provveduto al versamento del contributo invitandoli ad effettuarlo entro venerdì 23 dicembre 2014.

Il Dirigente Scolastico resta a disposizione per ulteriori chiarimenti e precisazioni.

Related Posts

Tags

Share This